Archivi categoria: Toscana

Firenze –una città-museo

Standard

Dopo avervi narrato di meravigliosi lidi e località di svago, lasciamo un po’ di spazio alla cultura. E quale luogo meglio di Firenze può essere raccontato tramite la sua storia secolare meglio di Firenze? Il capoluogo toscano è fin dal medioevo uno dei maggiori centri dediti allo sviluppo e alla diffusione delle arti.

Nella bellissima città sono stati ospitati i più abili pittori e i più capaci scultori dell’intera storia europea per lasciare una loro traccia tangibile o per celebrare i potenti di turno. Poter vedere tali meraviglie è un onore, ma poterne cogliere ed assaporare l’essenza è un vero e proprio privilegio. Che cosa visitare? Dove recarsi? E’ questa un’altra particolarità del luogo: le opere d’arte sono sparpagliate in varie zone della città, così armoniosamente che quasi sembra di vivere all’epoca della loro costruzione o realizzazione.

Potremmo iniziare dalla celeberrima Piazza della Signoria, dove potrete ammirare magnifici capolavori architettonici come il Palazzo Vecchio, la Loggia della Signoria, il Palazzo Uguccioni e la Fontana del Nettuno. Nella Loggia della Signoria (chiamata anche loggia dei Lanzi poiché qui sostavano i lanzichenecchi) possiamo ammirare varie sculture come Ercole e il Centauro, il Ratto delle Sabine e Patroclo e Menelao.

Le statue, poste sotto gli archi della loggia, sono state create da differenti autori tra i quali Giambologna e Benvenuto Cellini. Nei dintorni è presente la Galleria degli Uffizi, nel quale sono raccolte molte opere di rara beltà.

Il Palazzo Vecchio rappresenta il potere civile. E’ un imponente monumento che racchiude in sé incredibili meraviglie, dai soffitti decorati al museo interno. Le sale sono abbellite da innumerevoli affreschi e fregi.

Un’altra struttura degna di nota è la Fontana del Nettuno, la prima fontana pubblica della città. Al centro di essa troneggia Nettuno, che si erge possente in tutta la sua grandezza. La fontana è stata realizzata in marmo e presenta delle statue in bronzo.

Possiamo trovare altre sculture proprio nella piazza, dove esse non sono solo un contorno dei palazzi circostanti, ma una vera e propria attrattiva. Ricordiamo Ercole e Caco di Braccio Brandinelli, il Perseo e Giuditta e Oloferne, e una copia del famoso David di Michelangelo (l’originale è conservata nella Galleria dell’Accademia, sempre a Firenze).

 

Spostandoci, anche se non troppo, possiamo visitare la stupenda Cattedrale di Santa Maria del Fiore che si affaccia sull’omonima piazza. E’ in stile gotico – rinascimentale. Questo monumentale edificio è noto anche come il Duomo, e può essere visto come uno dei simboli di Firenze. Viene ricoperto da una imponente cupola ideata da Brunelleschi. Si dice che quando fu eretta era così maestosa che la sua ombra poteva ricoprire tutti i popoli toscani!

Importante è anche la torre campanaria di Giotto, il campanile della cattedrale. Al suo interno alloggiano 7 massicce campane: i rintocchi di tutte loro risuonano durante le feste più importanti, come il Natale e la Pasqua.

Di fronte al duomo sorge il Battistero di San Giovanni, edificato nella piazza che porta lo stesso nome.

Un ultima chiesa sulla quale mi soffermerò è la Basilica di Santa Maria Novella che presenta una singolare facciata marmorea, una delle opere maggiori del rinascimento fiorentino.

Innumerevoli sono le altre chiese, piazze e palazzi. Io ne ho solo citato molto brevemente qualcuno per darvi una vaga idea dello spettacolo che vi perderete se non visitate questo splendido luogo. Tutte le opere, dalle basiliche alle sculture, sono una vivente testimonianza dell’amore per l’arte, per il bello, per il circondarsi di cose belle. Ed è proprio questo ciò che rende unica Firenze.

Per assaporarne al meglio il gusto e cercare di comprendere ciò che si cela dietro un fregio o un affresco è necessario una permanenza che vi permetta di vivere a 360° la città. Alloggiate in questo appartamento vicino Palazzo Pitti o in questo economico monolocale sul Ponte Vecchio.

Se avrete l’opportunità di trascorrere diverse giornate in questo posto senza tempo vi consiglio anche un’interessante tour dei ponti che emergono dall’Arno, il fiume fiorentino. Alcuni tra i più belli sono il Ponte alla Carraia e il Ponte Santa Trinità.

Inoltrandoci nel vivo della città potremmo acquistare anche prodotti locali come i cantucci, dolci biscotti con mandorle.

Nelle macellerie si potrà acquistare anche la tipica bistecca alla fiorentina, un particolare taglio molto spesso di carne di vitellone che, poco cotto, rilascia tutto il suo inconfondibile sapore. Questa prelibatezza la potrete  gustare anche alla Trattoria da Que’ Ganzi e alla Trattoria Pallottino.

Potrete trovare altre soluzioni sul 9flats, vi auguro una piacevole vacanza!

Annunci

Lo spirito delle carte che prende vita – Il giardino dei Tarocchi

Standard

Chi come me era un vorace divoratore del celebre programma “La Zingara”, sarà sicuramente stato affascinato dal mondo dei tarocchi. Una mistica signora con davanti a se ninnoli di ogni genere e lunghe file di carte, che nascondono oscuri o benevoli presagi dietro i disegni che le raffigurano.

Il significato di ogni carta (o lama) cambia a seconda delle figure estratte in precedenza o successivamente, fino a raggiungere le più stravaganti interpretazioni. Quello dei tarocchi è un gioco diffuso tra la fine del Medioevo e l’inizio del Rinascimento in Europa; inizialmente aveva uno scopo istruttivo, ma nel nostro Bel Paese si è sviluppato successivamente un utilizzo divinatorio.

Sono 78 carte che si possono dividere in Arcani maggiori e minori. Quelli maggiori sono le carte che noi tutti conosciamo, come “Il Matto” o “L’appeso”. Da quelli minori invece derivano le comuni carte da gioco, napoletane e piacentine in Italia e quelle francesi, ovviamente  in Francia. Onestamente quello televisivo è stato il mio unico approccio al gioco, ma potrei raccontarvene un altro che vi lascerà un po’ sorpresi. Esiste un giardino fatato nel quale queste carte prendono vita: Il Giardino dei Tarocchi.

Situato nei dintorni di Capalbio (Toscana), il parco artistico nasce da un’idea dell’artista francese Niki de Saint-Phalle, dopo una vista al Parque Guell di Gaudì a Barcellona e al giardino di Bomarzo, situato nel Lazio.

Non appena varcato l’ingresso dell’attrazione, si possono ammirare le meravigliose statue dei tarocchi sparse lungo tutto il tragitto. Sono tutte coloratissime e di varie grandezze, costruite grazie a mirabolanti effetti artistici. Un modo migliore per descriverle è quello di mostrarvele direttamente!

Gli amanti – The lovers/the Choice

Il diavolo – The devil

Il mago – The magician ( la scultura argentata)

Il mondo – The World

Il sole – The Sun

La forza – The strenght

La giustizia – The justice

La morte – The Death

La papessa – The High Priestess e La Ruota della Fortuna – The Wheel of Fortune

L’appeso – The Hanged man

L’eremita – The Hermit

L’imperatore – The Emperor

L’imperatrice – The Empress

Durante tutto il percorso possiamo sostare all’interno di case-sculture che ci mostrano anche curiosi giochi d’acqua.

Anche le strade sono da considerare un’attrazione a se stante: infatti la creatrice ha inciso su di esse pensieri e disegni in suo ricordo. Visitare questo posto incantato, dove sembra proprio di entrare in uno dei mondi delle fiabe, lontano dalla vita di tutti i giorni, è un’esperienza che vi consiglio. Sembra veramente di aver varcato una qualche magica soglia oppure di essere entrati in un misterioso armadio.

Passare qualche ora in quel luogo appagherà il vostro bisogno di arte, soprattutto un tipo di arte che non si trova facilmente. Degno di nota è anche la magica armonia che si instaura tra questo inusuale passaggio dell’uomo e l’incombere della natura. Uno stupendo esempio di art pour art.

Potrete degustare i piatti tipici della zona ( e la cucina toscana di sicuro soddisfa tutti i tipi di palato) nella trattoria “ Il Beverello” e  a “La Bracieria di Tiburzi”.

Date un’occhiata su 9flats, per trovare alloggi che vi permettano di godere di questo magnifico luogo! C’è questa meravigliosa villa a pochi minuti dal parco e questa villa economica a porto santo stefano!